Skip to main content

Autismo e rieducazione equestre: quando ...

Uno degli aspetti più distintivi delle forme di autismo è la difficoltà nell’esprimere le emozioni e nel codificare quelle altrui; questo vale anche nelle forme ad alto funzionamento come ad esempio la sindrome di Asperger, dove la persona fatica ad entrare in relazione con l’altro. Questo contatto tra sè e l’altro può essere però sostenuto […]

L’intervento educativo “speciale” mediat

Durante l’esperienza maturata in campo educativo con un’utenza da sempre connotata da situazioni fortemente problematiche, è possibile notare in alcuni soggetti in età evolutiva un aggravamento diffuso delle condizioni di sofferenza psichica e una globale resistenza nei confronti del lavoro educativo tradizionale. Ciò si è verificato in bambini che presentano psicopatologie dell’infanzia, della fanciullezza persistenti anche nella […]

L’approccio con l’utenza

Nelle attività di mediazione equestre -forse ancor più dell’equitazione integrata™ – l’incontro con un’utenza estremamente variegata è all’ordine del giorno: è così possibile interagire con bambini, con giovani o adulti disabili, soggetti caratterizzati da differenti forme di disagio o da possibili patologie, persone anziane ecc… E’ difficile poter dare suggerimenti specifici per interloquire con gli […]

Un cavallo in regalo per la riabilitazio...

Spesso capita di ricevere contatti da parte di proprietari privati per la donazione di un cavallo per l’ippoterapia. Le ragioni di queste proposte sono tra le più disparate, tutte accomunate per lo più dall’impossibilità nel mantenerlo perché ormai anziano, non più utilizzato (utilizzabile) o “sostituito” da un nuovo soggetto più performante o da altri interessi […]

Un ausilio per guidare comodamente il ca...

Spesso le persone disabili che fruiscono dei progetti di ippoterapia sono soggette a difficoltà motorie tali da inficiare su un po’ tutte le attività della loro vita quotidiana. Il deficit relativo alla coordinazione del movimento (disprassia) ad esempio, rende difficile l’esecuzione di gesti intenzionali o in sequenza secondo un fine programmato. Evidenti possono essere le […]

L’avvicinamento al cavallo

Nell’immaginario associato al cavallo, quello del montare in sella rispecchia l’aspettativa certamente più forte. Molti principianti, avvicinando il nobile animale, percepiscono non solo la sua magnificenza ma anche quella forza istintuale che esprime, innescando meccanismi alternati tra sfida e paura: il sottile bilanciamento tra “Super IO” ed “IO Meschino” con cui tutti noi conviviamo nelle […]

Mediazione Equestre: la valutazione dei ...

Tutti i cavalli (o pony) destinati a collaborare nelle attività assistite di tipo relazionale devono aver superato una specifica valutazione prima di interagire con l’utenza su tre aree distinte: sanitaria, addestrativa ed attitudinale. Il veterinario ha la responsabilità di garantire la salute dell’animale che dev’essere negativo a patologie infettive ed esente da parassitosi; il libretto […]